caricamento pagina

HOMEPAGE | Appuntamenti | Eventi svolti | Documenti | FOTO | VIDEO | Consulenze e normativa | CONTATTI


QUANTUM BRAIN: LA MENTE RISONANTE…
12.05.18 Il ricevente che trattiamo esiste come tale solo finché lo tocchiamo. La ¨risonanza¨ riveste perciò un ruolo…


UN VIAGGIO DENTRO SE STESSI PER…
21.04.18 Docente Dr. BRIGITTE LADWIG. Un viaggio dentro se stessi per scoprire il proprio potenziale e sperimentare come…

LO SHIATSU PER DISTURBI MENTALI…
17.03.18 Un accesso alla mente e alle emozioni per accompagnare e sostnere le persone che soffrono di disturbi mentali (ansia,…

MENTALE COSCIENTE e INCONSCIO…
03.02.18 Un ponte fra le richieste del ricevente e le capacità dell´operatore per rendere concrete le aspettative di guarigione

SHIATSU per una GRAVIDANZA SERENA…
10.11.17 Corso in 5 (cinque) moduli per conseguire il Diploma ¨WELL MOTHER LONDON¨ - Quarto Modulo = il Post Parto

LA GUARIGIONE QUANTICA con…
10.04.17 Il focus di questo seminario è sul processo di guarigione e sulle conseguenze dello stesso in termini di vita.

SHIATSU PER UNA GRAVIDANZA SERENA…
07.04.17 Corso in cinque moduli per conseguire il diploma WELL MOTHER LONDON TERZO MODULO = PREPARTO E PARTO

L´INFLUENZA DELLA CULTURA…
11.03.17 Con il termine biodinamica si intendono una serie di specifici principi che possono essere applicati creativamente…

LO SHIATSU DEL FUTURO: IL SEI-KI…
18.02.17 Un approccio libero dagli schemi, definito anche la ¨terapia senza terapia¨, in cui vengono affrontati positivamente…

IL CAMPO TERAPEUTICO. TEORIA E…
27.11.16 Il seminario, teorico e pratico, ha come obiettivo l’acquisizione e il consolidamento di conoscenze e di tecniche in…

SHIATSU PER UNA GRAVIDANZA SERENA…
25.11.16 Sostenere la gestante nelle diverse fasi della gravidanza. Docente Alexandra GELNY. 25 - 26 - 27 Novembre 2016

MINDFULNESS, LINGUAGGIO e KI con…
18.06.16 Il “tocco” attraverso un linguaggio adeguato affianca la pratica shiatsu per aiutare il ricevente a sviluppare una più…


IL RACHIDE COME MISURA OLISTICA NEL TRATTAMENTO SHIATSU

 

IL RACHIDE COME MISURA OLISTICA NEL TRATTAMENTO SHIATSU

di Maurizio Parini

 

Direttore del Centro Shiatsu e Moxa Hakusha di
Milano, Como, Varese, Melegnano e Bolzano

 


Nello shiatsu la colonna vertebrale rappresenta uno dei principali strumenti di valutazione delle condizioni psico-fisico-funzionali del ricevente. Mentre nell`approccio classico della Medicina Tradizionale Cinese fra le diagnosi più utilizzate troviamo l`esame della lingua e dei polsi, la risposta alla pressione applicata su precise zone e specifici punti del rachide rappresenta nel trattamento manuale Shiatsu uno dei più importanti ed usati strumenti di comprensione della persona trattata. La colonna vertebrale, come tutta la postura in generale, rappresentano come l`individuo riesce a manifestare il proprio mandato inteso come espressione della capacità di utilizzare quello che il corredo genetico mi ha messo a disposizione insieme a quello che io riesco ad acquisire dalla mia personale e continua relazione con l`esterno, con tutto ciò che a livello emotivo, biologico, alimentare, respiratorio incamero e trasformo al mio interno.
Nel linguaggio della Medicina Tradizionale Cinese (MTC) si parla di relazione fra il così detto "cielo anteriore", che é quello inerente al mio DNA, a tutto ciò che l`Universo mi ha donato al momento del concepimento e di "cielo posteriore" riferito a quello che sino dai primi mesi di vita uterina acquisisco dall`assorbimento fetale, dai rumori che sento, dalle emozione che la genitrice mi comunica da subito e poi dall`aria e dal cibo direttamente.
La colonna ha tre importantissime funzioni:
1 ) sostenere il peso del tronco e degli arti superiori;
2 ) permettere una buona mobilità;
3 ) proteggere il midollo spinale.

Ci troviamo di fronte a una certa contrapposizione di diverse funzioni: ad esempio una di protezione e una in diretto antagonismo di mobilità.
La colonna vertebrale è costituita da una serie di ossa chiamate vertebre, generalmente in numero di 33. Viene suddivisa in tratto cervicale, normalmente costituito da 7 vertebre, un tratto o una regione dorsale, costituita da 12 vertebre interconnesse con le coste, e da una regione lombare, costituita da 5 vertebre. Altre 5 vertebre fuse tra loro costituiscono l`osso sacro e le rimanenti 3 o 4 vertebre, a carattere rudimentale formano il coccige. É raro ma possibile che in una schiena si formino 13 vertebre dorsali ( 1 ogni 10.000) e più frequente che si formino 6 corpi vertebrali lombari (1 ogni 200/400).
Una domanda a cui non ho ancora trovato una risposta é la seguente : quale misterioso punto YU o SHU é localizzabile fra la sesta vertebra lombare e l`osso sacro? O tra la dodicesima e la ipotetica tredicesima vertebra dorsale?
Riguardo al numero delle vertebre gli appassionati di numerologia si possono sbizzarrire.
Il dodici rappresenta il numero della completezza e dalla capacità di rappresentare e contenere il tutto. Si parla dei dodici mesi, dodici grandi articolazioni, i dodici apostoli e le dodici ore del giorno. I meridiani "principali" sono guarda caso proprio dodici.
Sulle vertebre lombari si fa riferimento al cinque che é il numero della terra, di quello che ci sorregge e che quindi sta in basso. E` numero molto "solido", è formato da una somma (2+3) a differenza ed esempio del numero 6 che è formato da una moltiplicazione (2*3). Risulta idoneo a sorreggere. Cinque sono gli organi yin come cinque sono i movimenti.
Il sette rappresenta il passaggio dello yang (esterno-alto-dinamico) allo yin (interno-basso-statico), sette sono gli orifizi del viso e sette sono i sentimenti con cui ci relazioniamo all`esterno.
Nella filosofia taoista il numero sette é rapportato agli astri, L`Orsa Maggiore si compone di sette stelle. Prendiamo in considerazione, ai fini del discorso manipolativo, come facente parte della colonna vertebrale anche il cranio, l`osso occipitale e il bacino formato dai due emibacini sinistro e destro.
Le 7 vertebre nel tratto cervicale formano la lordosi cervicale con l`apice anteriore. Le 12 vertebre dorsali costituiscono la cifosi dorsale ad apice posteriore e le 5 vertebre lombari formano la lordosi lombare con apice anch`essa anteriore. Continuando poi nell`esame della figura, il sacro forma la cosiddetta cifosi sacrale.
Quindi in totale abbiamo due curve con direzione anteriore, le due lordosi cervicali e lombari, e tre curve con apice posteriore: la cifosi dorsale, cifosi sacrale e la curva formata dall`occipite.
Dal punto di vista energetico hanno caratteristiche molto differenti.
La prima curva che si forma é quella toracica, la cifosi dorsale.
É presente già a livello fetale, dà la classica posizione raccolta del bambino visibile nella ecografia . In Osteopatia le tre cifosi (dorsale, sacrale e occipitale) si chiamano infatti " curve primarie".
Sottolineiamo il fatto che le vertebre hanno a livello fetale la stessa identica forma, cambia solo il volume che é chiaramente maggiore per quelle situate più in basso.
Sarà l`ortostatismo ed i diversi compiti che dovranno svolgere i tratti della colonna a determinare le successive curve rachidee e le struttura specifica delle vertebre. Esiste una differenza di fondo fra i due tipi di curve : le cifosi (dorsale e sacrali) e le due lordosi. Le prime hanno una connotazione Yin, intese come qualcosa di più antico, qualcosa che si forma dall`interno, più lente nei cambiamenti, destinate più al controllo che al movimento. Non a caso il tratto dorsale é in stretto collegamento con il Sistema Nervoso Vegetativo.
Le due lordosi hanno una polarità più yang, sono molto in relazione all`esterno, si formano proprio come adattamento agli stimoli esterni, sono legate ai due plessi dell`arto superiore ed inferiore.

Stabilito questa prima distinzione ne esiste un`altra fra il tratto cervicale e quello lombare. Rispettando i dettami taoisti che enunciano come tutto ciò che é Yin o Yang può essere a suo volta suddiviso in una parte più yang ed una parte più Yin vediamo la relazione fra la lordosi cervicale e quella lombare.
Alla lordosi cervicale sono riconducibili caratteristiche tipicamente Yang : é il tratto della colonna più mobile e più in movimento , si modella in modo veloce e dinamico nel 78-82% dei casi durante il parto nel passaggio sopra l`osso pubico, la muscolatura delle vertebre cervicali é in stretta relazione con la muscolatura oculare, é il tratto che ci mette più in relazione verso l`esterno.
Il fatto che la maggior parte delle persone durante il parto abbia ricevuta una pressione su tutto il corpo a partire dalla testa scendendo verso i piedi spiega perché due fra le più importanti scuole di shiatsu, la Nippon Shiatsu School del M° Namikoshi e la Iokai del M° Masunaga indichino di trattare la persona proprio con direzione cefalo-podalica.
Al proposito ricordiamo lo studio fatto a metà degli anno `80 dal Chiropratich College of California che aveva evidenziato come il 75% dei torcicolli adolescenziali non riferibili a specifiche cause meccaniche o trami subiti era riscontrabili in soggetti nati di parto cesareo e quindi che non avevano ricevuto un " modellamento" del rachide cervicale.
Viceversa la lordosi lombare si forma lentamente, giorno dopo giorno man mano che il bambini acquisisce la posizione eretta, nasce quindi con una direzione dal basso verso l`alto caratteristica del decorso dei canali Yin. É poi tradizionalmente tramandato come "il meridiano del Rene nutre i lombi", tutte connotazioni che conferiscono caratteristiche più Yin al tratto lombare rispetto a caratteristiche più Yang del rachide cervicale. Non dimentichiamoci della relazione fra il tratto lombare e la pianta del piede, evidenziate sia dal decorso classico dello Zushaoyin (Rene) sia dagli studi della moderna posturologia. La connotazione risulta anche dalla distribuzione dei diversi tipi di meccanorecettori corpuscolati.
Nel tratto cervicale, in misura ancora più evidente in quello superiore, sono presente di tipo 1° e 2° che, possedendo una sensibilità molto alta (-5mmHg), sono estremamente legati ai controllo posturale come altresì influenzabili da fattori esterni come le variazioni barometriche. Il rachide cervicale é globalmente controllato da un meridiano, lo Shou Jue Yin conosciuti come meridiano di Ministro del Cuore, che é una entità energetico-funzionale estremamente psico-somatica e di rapporto verso l`esterno. Era ben presente il fatto che qualsiasi tensione esterna crea subito una rigidità a carico del distretto collo-spalle. Questo meridiano é non a caso in stretta relazione con la distribuzione del sangue, pensiamo al passaggio esistente nelle arterie carotidee e vertebrali.
A difenderci dagli agenti esterni provvede un canale denominato Shou Shao Yang, meglio conosciuti come Triplice Riscaldatore, comunemente chiamato il "livello cerniera-barriera", proprio perché ci deve relazionare con quello che succede all`esterno.
Ricordiamo che ospitano sul loro decorso due importanti punti : uno chiamato Neiguan(barriera esterna -PC.6) da fare per i dolori cervicali da causa interna (tensione, agitazione, frustrazione) che spesso sfociano in un quadro radiologico con discopatia C.5- C.6 senza alcun legame con episodi traumatici. L`altro denominato Weiguan (barriera esterna TE.5) soprannominato "punto barometro" per la efficacia nelle affezioni dolorose legate ai cambiamenti del tempo.
Il rachide lombare abbiamo visto essere legato al meridiano ZuSahoYin (merid. di Rene) che ci aiuta a vincere la forza di gravità, ci da l`energia per sostenerci sulle ginocchia ( é ben conosciuto il rapporto fra rachide lombare e dolori alle ginocchia) e raddrizzarci sulla schiena.
La zona pelvica compresa l`articolazione sacro iliaca sono la parte del corpo in cui tutte le tensioni yang che scendono o quelle yin che salgono passano e si incrociano.
Qualsiasi disfunzione articolare o muscolare sia presente in alto o in basso tende a creare uno squilibrio nella zona pelvica. La correlazione fra l`occipite ed il sacro era ben conoscuti: infatti le due ossa sono direttamente collegate da due strutture energetiche. Il meridiano ZuTaiYang (Vescica) li collega dal punto di vista muscolare mentre il meridiano Zu Shao Yang (Vescicola Biliare) per l`aspetto dinamico legato ai micromovimenti articolari di riferimento osteopatico o chiropratico. In questa zona i vari passa la maggior parte dei canali o dei loro collaterali che attraversano il corpo.
Da qui l`importanza di verificare e trattare sempre questa parte che nello Shiatsu é sempre stata una zona elettiva su cui agire manualmente.
L`utilizzo della colonna vertebrale come strumento diagnostico é giustificabile anche in un`approccio squisitamente neurofisiologico Evidenziamo subito tre possibili collegamenti : *) la correlazione fra le innervazioni dei visceri e del rachide rappresentate da numerose anastomosi fra i rami dorsali e ventrali e i rami comunicanti del sistema nervoso autonomo *) la adiacenza di strutture estremamente algo-sensibili con tessuti neurofisiologicamente molto silenti.
Sappiamo che esistono gia a livello midollare delle inibizioni di afferenze viscerali che tornano a essere percepite nelle crisi di astinenza da oppiacei. *) la difficoltà che ne deriva a livello talamico nell’inviare alla corteccia somato-sensitiva una esatta localizzazione della sede del dolore ( la cosiddetta “confusione talamica”).
Queste correlazione sono ben conosciute in neurologia : gli studi di Head ( da cui la denominazione “zone di Head”) risalgono infatti agli anni ‘20.
Analizzando i disturbi utilizzando la fisiologia energetica propria della Medicina Tradizionale Cinese risultano evidenti le precise correlazione che ci sono fra la parte anteriore e posteriore del tronco: usando delle metafore non più basate su sinapsi e vie sensitive ma su “meridiani”, organi e visceri detti Zang-Fu, energie astrali e “perverse” diventa immediato capire il nesso fra pancia e schiena! Personalmente sono solito, non avendo mai visto nè una sinapsi nè un meridiano, considerare entrambi affascinanti modelli di eleganti metafore.


Pagine di riferimento

SCOPRI I BENEFICI DELLO SHIATSU

Se praticato con una certa regolarità, lo shiatsu rappresenta un ottimo sistema di medicina preventiva per preservare e mantenere l'energia psicofisica nel suo…

Dal MANUALE DI DIAGNOSI del M° MASUNAGA

Un passo tratto dal MANUALE DI DIAGNOSI del Maestro MASUNAGA

STIME ISTAT su MEDICINE E DISCIPLINE NON CONVENZIONALI

Le stime derivanti dall'indagine sulle "Condizioni di salute e ricorso ai servizi sanitari 1999-2000", condotta dall'Istat nei mesi di settembre e dicembre…

TOCCANDO L'ESSENZA DELLA VITA

Un'esplorazione delle qualità straordinarie dell'Healing Touch dello Shiatsu e le sue applicazioni

TAGS: IL RACHIDE COME MISURA OLISTICA NEL TRATTAMENTO SHIATSU - Mentre nell'approccio classico della Medicina Tradizionale Cinese fra le diagnosi più utilizzate troviamo l'esame della lingua e dei polsi, la risposta alla pressione applicata su precise zone e specifici punti del rachide rappresenta nel trattamento manuale Shiatsu uno dei più importanti ed usati strumenti di comprensione della persona trattata.

Siete qui: home page » Documenti » lettura argomento
Shiatsu-Polaris: lo Shiatsu in Italia | P.Iva: 07609861005 | Viale della Primavera, 141 - 00172 Roma | Tel.: +39 06.24408234
Sviluppo Web... | © Credits: Speedywebdesign.it | segnalato su: ITMAP.it